L’Italia, anzi il mondo…stiamo tutti faticando. Ognuno in modo differente, ognuno con conseguenze diverse e preoccupazioni intime. Ma ognuno.

È difficile mettersi nei panni degli altri, noi per primi accettiamo di non poter comprendere chi vive una situazione diversa dalla nostra. Motivo per cui crediamo che gli unici due atteggiamenti possibili ora, nei confronti delle persone con cui ci interfacciamo, siano comprensione e gentilezza.

Vogliamo oggi ritagliarci un momento per parlarvi di qualcosa di importante per noi, un aspetto che abbiamo dovuto sospendere temporaneamente e di cui sentiamo profonda mancanza: la visita in cantina.

Abbiamo la fortuna di poter continuare il nostro lavoro, sia in campagna che in cantina, e ci siamo attrezzati per spedirvi i nostri vini, ma ciò che manca in tutto questo è forse l’elemento più importante di ciò che facciamo, il contatto umano, lo scambio, l’esperienza.

Perché è importante?

Molti oggi credono che il mondo agricolo sia tecnologico, che l’impatto dell’uomo sia ormai minimo e non necessario. Nella nostra piccola realtà di Langa, strettamente famigliare, le persone e il loro duro lavoro sono tutto.

Non abbiamo un manuale che ci dica come lavorare, non seguiamo i disciplinari alla lettera senza porci domande. Anzi, impariamo giorno per giorno, cercando di prendere il meglio da tutto: dalla tecnologia, ma anche dalla tradizione.

Certo, al palato consapevole molte delle nostre scelte in vigna appariranno anche tramite il vino, ma è venendo a trovarci, guardandoci nel nostro elemento che ci dai la possibilità di trasmetterti chi siamo e cosa riteniamo importante.

La visita è approfondimento…

Il nostro approccio alla visita in cantina è differente da quello delle grandi aziende, che cercano di venderti un prodotto. Per noi prima è importante che tu questo prodotto lo comprenda, poi sta a te decidere se è di tuo gradimento.

Perciò quando le persone vengono a trovarci ci prendiamo tutto il tempo che occorre e parliamo con trasparenza, partendo anche dall’origine dell’uva se è necessario. Si tratta di un vero e proprio viaggio verso l’acquisizione della consapevolezza necessaria per farsi un’opinione personale soggettiva sul vino.

In sintesi, il nostro obiettivo è quello di dissipare la matassa di dubbi e incertezze che molto spesso hanno le persone rispetto alla produzione di vino. Di interfacciare i due mondi, quello produttivo e quello dei consumatori, che al nostro tavolo arrivano sullo stesso livello e sono liberi di condividere le proprie idee e opinioni.

…è scambio e condivisione…

Oggi, fortunatamente, c’è una fame di qualità pazzesca. Nelle nuove generazioni, ma non solo. Ci rendiamo conto dell’interesse delle persone, che vengono a trovarci armate di uno spirito critico spiccato. La soddisfazione è immensa quando abbiamo a che fare con persone che sono davvero interessate a capire, che guardano al vino con curiosità.

Capita spesso quindi che la visita si tramuti in uno scambio di opinioni, talvolta anche di suggerimenti utili. Quante volte i nostri visitatori, al termine della degustazione, ci hanno dato spunti di miglioramento…!

Questo è possibile solo attraverso un rispetto reciproco e creando un ambiente in cui le persone si sentano libere di dire la loro: in questo senso ci impegniamo sempre a farti sentire a tuo agio, così che tu possa concludere l’esperienza con la sete di conoscenza appagata.

…ma è sopratutto contatto umano, una coccola per l’animo.

Sono realtà come la nostra, a misura d’uomo, in cui ad accoglierti è il produttore con la sua famiglia, quelle che più si addicono a chi cerca un’esperienza. Parte dello scopo della visita è infatti quello di avvicinare i consumatori a noi, di conoscerci a livello umano.

Il mondo la fuori è (solitamente) frenetico, tutti corrono e tutti bevono vino, ma è difficile che qualcuno si sieda con te, ti dedichi il suo tempo e cerchi di apprezzare le tue idee e le tue percezioni.

Uno degli aspetti più importanti per noi è proprio questo: essere coloro che ti dedicano le attenzioni, e allo stesso tempo riceverle da te, in questo momento di pura condivisione che fa si che tu possa uscire da qui con nozioni di enologia e viticoltura, ma anche con un amico in più!